Il trattamento antiriflesso

Le lenti da vista sono trasparenti ma, come tutte le superfici, riflettono una parte della luce.
A renderle nitide è un trattamento, detto proprio antiriflesso, che si applica su entrambe le superfici delle lenti da vista per ridurre o eliminare i riflessi residui e rendere la visione più chiara e nitida.

Una lente senza riflessi, infatti, oltre a essere esteticamente più bella, è più trasparente e consente di vedere meglio. Inoltre, l’ antiriflesso comprende sempre anche il trattamento indurente che aumenta la resistenza ai graffi.

Il trattamento antiriflesso viene realizzato tramite la deposizione sotto vuoto, in cui le molecole del trattamento si depositano sulla lente e vi aderiscono, e può essere monostrato o multistrato.
Tuttavia, le ultime generazioni di antiriflesso sono tutte multistrato, partendo da un minimo di 3-4 strati fino a un massimo di 10-11 strati per ogni faccia della lente, per garantire una migliore qualità del trattamento, che all’aumentare degli strati diventa più resistente, più trasparente, oltre che più facile da pulire.

Nello specifico, il trattamento antiriflesso deve essere fatto sia sulla superficie esterna sia sulla superficie interna della lente, attraverso strati sottilissimi che interagiscono tra loro, per ridurre al minimo i riflessi causati da luci con diverse lunghezze d’onda e provenienti da varie direzioni e diminuire l’affaticamento degli occhi.

Le fasi di lavorazione

Le fasi di lavorazione della lente prevedono, in successione:

  • Un trattamento indurente, che rende la superficie più resistente a graffi e abrasioni
  • Un trattamento antistatico, per evitare che polvere e peluria si depositino sulla lente limitando la visibilità
  • 4 o più strati di antiriflesso, per ridurre i fastidiosi riflessi della luce (naturale e artificiale)
  • Un trattamento anti-imbrattante e idrorepellente sulla superficie più esterna, per rendere la lente più facile da pulire

Antiriflesso sugli occhiali da sole

È sempre consigliato applicare un trattamento antiriflesso anche sugli occhiali da sole, in quanto anche
chi ha bisogno di lenti per proteggersi dal sole deve potersi garantire una visione nitida.
In questo caso, però, il trattamento deve essere effettuato solo sulla superficie interna della lente poiché se si applicasse sulla superficie esterna si rischierebbe di aumentare la trasparenza della lente, diminuendone l’effetto protettivo. E’ chiaro che sarebbe un controsenso dal momento in cui le lenti
colorate devono assorbire e riflettere luce il più possibile per garantire la giusta protezione.

Inoltre, per le lenti da sole a causare bagliori anomali sono proprio i riflessi prodotti dalle superfici interne
delle lenti. Per questo motivo, il trattamento antiriflesso applicato solamente sulla superficie interna della lente, garantisce una visione migliore e permette anche di eliminare i riflessi UV residui, assicurando un risultato davvero ottimale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.